Cultura · Festività · Leggende · Tradizione

Kodomo no Hi (こどもの日) – 5 maggio, la festa dei bambini

Kodomo no Hi (こどもの日) è una festività nipponica celebrata il 5 maggio, ricorrenza che chiude la famosa Golden Week.
Conosciuta anticamente come Tango no Sekku (端午の節句), veniva celebrata il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare.

A partire dal 1948, il Kodomo no Hi divenne una festa nazionale e la data fu spostata al 5 Maggio, complice l’introduzione del calendario gregoriano in sostituzione di quello lunare.
Questo giorno è altre sì soprannominata come Festa dei ragazzi o Festa delle bandiere.

Le origini

Conosciuta come Tango no Sekku, è una delle famose sette ricorrenze stagionali nipponiche note anche come Gosekku e in passato era dedicata solo e unicamente ai figli maschi.

In occasione del Kodomo no Hi, le famiglie giapponesi espongono i koinobori, lunghe bandiere a forma di carpa.
Per ogni figlio presente in famiglia viene esposto una bandiera con una raffigurazione di un samurai (Kintaro) mentre cavalca una grande carpa.

 

Questi oggetti hanno origini molto antiche.

Una volta, le famiglie giapponesi esponevano al vento un koinobori e una bambola samurai che cavalcava una grande carpa. La simbologia di questi oggetti derivano da una leggenda che narra le vicende di Kintaro (金太郎), un giovane samurai vissuto nel periodo Heian famoso per la notevole forza, un Ercole nipponico. Si narra inoltre che da bambino giocasse con gli animali della foresta e cavalcasse un grande orso al posto di un cavallo.

Il simbolo dell’esposizione di queste bambole munite di kobuto (o attualmente di bandiere con l’immagine del samurai) è di buon auspicio per i bambini affinché crescano sani, forti e possano affrontare le difficoltà della vita senza problemi.

La festa nel XX secolo

Il Tango no Sekku è ora una festività rivolta a entrambi i sessi, per questa occasione è stata ribattezzata col nuovo nome di Kodomo no Hi.

La giornata è interamente dedicata al rispetto e alla felicità dei bambini nonché la loro natura, mentre i bambini stessi devono esprimere la propria gratitudine verso la propria madre per averli messi al mondo.

Dolci tradizionali

Ogni festività ha il suo dolce e il Kodomo no Hi ne ha ben due: Kashiwa Mochi e Chimaki.

Il Kashiwa Mochi è un dolcetto di riso ripieno di anko (la tipica marmellata di fagioli azuki) avvolti in foglie di quercia, la Kashiwa.

Il Chimaki è un fagottino di riso glutinoso cotto a vapore, schiacciato e zuccherato avvolto da foglie di bambù o di iris. Originariamente era un cibo tradizionale consumato a Capodanno.

Curiosità

Kodomo no Hi viene celebrato anche in Cina, Taiwan, Corea, Macao, Hong Kong e Vietnam.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...