Cultura · Festività · Tradizione

La festa dei ciliegi in fiori (Hanami – はなみ)

sakurablossom2Oggi vi parlerò della primavera in Giappone, stagione che dipinge tutto di rosa con i suoi famosi ciliegi durante la primavera. La festa della fioritura (chiamata Hanami) ha origine molto antiche di oltre un millennio, questa festa è molto sentita ancora oggi tanto da smuovere masse di visitatori verso le località più famose del Giappone. Durante il periodo Nara  (tra il VII e VIII secolo) i nobili ammiravano i fiori di prugno (Ume うめ) compresa l’imperatrice Jito. Durante il periodo di Heian gli alberi di prugno furono sostituiti dai ciliegi ornamentali( Sakura diventando simbolo della primavera. Gli alberi che erano stati piantati di fronte al palazzo imperiale Shishinden nell’allora capitale di Kyoto facevano la gioia di tutti coloro che vivevano nel palazzo imperiale. Durante il periodo  di Kamakura (tra il XII e il XIV) cominciarono ad esserci i primi luoghi e parchi famosi per i ciliegi in fiore che si estesero fino alla città di Tokyo (nel periodo Edo).

Grazie alla decisione dell’Imperatore, cominciarono ad essere organizzate feste e balli sotto i ciliegi. La festa, che prese il nome di Hanami, era un evento riservato solo alla nobiltà. Solo con il periodo Edo la festa divenne popolare accompagnata da musica, balli e sakè.

Ad oggi i giapponesi continuano la tradizione della festa di Hanami richiamando un gran numero di persone sotto gli alberi in fiore. Migliaia di persone riempono i parchi con feste, picnic che durano fino a tarda notte a base di bento con sushi, onigiri, dango, sake e birra. I parchi vengono illuminati, le strade vengono decorate con lanterne di carta e si riempiono di bancarelle mentre i ragazzi indossano gli abiti tradizionali (le ragazze lo Yukata, il kimono primaverile). La festa solitamente prosegue fino a tarda notte da Hanami cambia nome in Yozakura (la notte del ciliegio).

I giorni del Hanami vengono associati all’inizio delle lezioni scolastiche (il sistema scolastico giapponese è ben diverso da quello europeo) e non è raro vedere che molti giapponesi festeggino insieme ai propri colleghi di lavoro o compagni di classe per brindare al ritrovarsi dopo il trascorso delle vacanze.

I luoghi più rinomati per la celebrazione del Hanami:

– Parco Maruyama a Kyoto
– Parco di Ueno a Tokyo
– Castello di Himeji
– Castello di Hirosaki

tumblr_m5m5nmbnmz1qa0mm4o2_1280Dolce Tradizionale:
Ogni festività ha il suo dolce e l’Hanami ha il Dango.
Il Dango è una pallina morbida a base di farina di riso e riso glutinoso. Spesso sono serviti in uno spiedino con tre dango (di colori diversi) e consumati insieme al tè verde.

Hanami in Italia:
Il fascino di questa celebrazione ha preso piede anche in Italia, per l’esattezza a Roma. Nel 1959 a Parco Lago dell’EUR fu inaugurato un percorso naturale battezzato con il nome “la Passeggiata del Giappone”. All’inaugurazione fu presente il primo ministro Nobusuke Kishi che donò alla città di Roma numerosi alberi di Sakura. In primavera è uso per la gente passeggiare sotto gli alberi in piena fioritura e spesso si trovano persone indossare lo Yukata consumare picnic sotto i sakura come da loro tradizione.

Curiosità:
Il fiore di ciliegio è il simbolo della fragilità, della bellezza della vira ma anche della rinascita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...